Eva

Eva – 2000
Installazione fotografica
20 laser prints ( cm 20×30)
tiratura 6 copie
Esposizione ” sotto lo stesso cielo”
Sala SS Filippo e Giacomo Brescia

Indagare l’epifania del volto umano per Barbara appare come un nuovo modo di abitare il tempo. Un breve incontro con un’amica,mediato dalla macchina fotografica,diventa un prezioso momento di ricerca fenomenologica in cui il senso dell’apparire è tutto racchiuso in una serie di scansioni temporali complesse.Gli scatti vengono effettuati secondo una  modalità di intervento  ripetitivo e parossistico al punto da perdere il senso della differenza tra uno scatto temporale e l’altro,tra un prima e un dopo nel darsi della molteplicità degli istanti.Il lieve spostamento dei capelli operato dal vento appare come una sorta di anomalia che sconvolge l’ossessiva ricerca di una unitarietà del tempo.Il variare delle condizioni climatiche operando una frattura dell’identico al contempo restituisce il senso dell’atteso-inatteso e la sua epifania insieme prevedibile e portentosa.